IL BILANCIO DEI PRIMI 100 GIORNI DELL’AMMINISTRAZIONE

IL BILANCIO DEI PRIMI 100 GIORNI DELL’AMMINISTRAZIONE: CONSEGUITI TUTTI GLI OBIETTIVI PREFISSATI NEL PROGRAMMA

 

 

E’ un traguardo che merita di essere sottolineato quello che l’Amministrazione comunale ha raggiunto nei primi 100 giorni di insediamento della Giunta: tutti gli obiettivi indicati nel programma elettorale come prioritari e urgenti sono infatti stati conseguiti.

“E’ davvero una grande soddisfazione – dichiara il Sindaco Daniela Ghergo – poter elencare tutto ciò che abbiamo realizzato nelle prime 15 settimane di mandato centrando tutti gli obiettivi indicati nel programma e conseguendone di ulteriori.

 

 

Quando ci siamo insediati, avevamo tre priorità assolute: riorganizzare la macchina comunale, intervenire con tempestività per non perdere le ultime opportunità di accedere ai bandi PNRR e del Fondo Complementare Sisma e attivare interventi strutturali urgenti, alcuni già finanziati. Tutti questi obiettivi sono stati conseguiti nonostante il poco tempo trascorso dall’inizio del mandato. Ad essi si sono aggiunti altri importanti risultati acquisiti per la città e il suo comprensorio.”

 

La macchina comunale: è stata trovata in una condizione di grave difficoltà, sia per la carenza di personale, che per la soppressione di uffici strategici (economato - gare e contratti) e per il clima di demotivazione dei dipendenti.

Tra le azioni intraprese subito c’è quella di aver portato a conclusione le procedure di assunzione del personale già programmate, per un totale di 20 unità arrivate all’inizio del mese di ottobre, oltre a 2 di staff, su un totale di 150 dipendenti. Abbiamo inoltre definito un nuovo ufficio progettazione trasversale all’ente che si occuperà di reperire risorse da bandi europei e fondi PNRR e che comprenderà 2 unità di staff integrate dai referenti dei servizi.

L’attivazione degli interventi strutturali: abbiamo trovato una situazione estremamente grave, nel piano delle opere pubbliche per il 2023 e 2024 nessuna opera risultava prevista e nessuna proposta progettuale risultava essere stata presentata nel programma di rigenerazione urbana di secondo livello, scaduto il 31 maggio scorso. Ciò, nonostante le sollecitazioni a depositare i progetti pervenute dall’Ufficio centrale del Sisma prima della scadenza. L'attuale Amministrazione, con un grande sforzo, è riuscita a recuperare in extremis le risorse previste dal bando ottenendo il riconoscimento di 3,5 milioni di euro che altrimenti sarebbero andati perduti. Riguardo gli interventi strutturali, la situazione al momento dell’insediamento si presentava in stato di abbandono, con progetti fermi da mesi o addirittura da anni.

 

Le azioni subito intraprese dall’Amministrazione e indicate nel programma come obiettivi dei 100 giorni sono le seguenti:

  1. Cimitero di Santa Maria: dopo l’approvazione progetto e la gara d’appalto, a seguito dell’aggiudicazione i lavori sono iniziati il 19 ottobre con termine previsto per marzo 2023.Nuovi loculi inoltre sono stati inseriti nel piano triennale 2023-2025.
  1. PalaGuerrieri: è stata nominata la struttura tecnico ed in corso di affidamento l’incarico di progettazione dell’intervento di ristrutturazione. Anche per PalaCesari è in corso di affidamento l’incarico per la progettazione di un intervento di risanamento.
  2. Scuola di Marischio: la progettazione verrà affidata nel mese di novembre.
  3. Scuola Giovanni Paolo II: dopo l’affidamento dell’incarico archeologico e l’approvazione del Piano di indagini da parte della Soprintendenza, il 19 ottobre sono iniziati i lavori del Piano di indagini propedeutici alla procedura di gara.
  4. Scuola Marco Polo: i lavori sono iniziati a luglio 2022; per l’anno scolastico 22/23 è stata richiesta alla Provincia di Ancona la proroga del contratto per l’utilizzo dell'Istituto Morea.
  5. Recupero Centro Storico – Giano: interventi finanziati con fondi sisma 1997: in corso affidamento incarico per Direzione Lavori e approvazione della perizia di variante.
  6. Frana di Moscano: dopo la variazione di bilancio per il reperimento delle risorse per la progettazione, è in corso affidamento incarico per progetto esecutivo previsto per il mese di ottobre.
  7. Ristrutturazione Palazzo Chiavelli (intervento finanziato con fondi sisma): è in corso la procedura di affidamento dell’incarico di progettazione.
  8. Capannone Via Le Povere: dopo la variazione di bilancio per il reperimento delle risorse di progettazione, è stata nominata la struttura tecnica. I lavori sono stati affidati alla Ditta Cipef e l’inizio lavori di rimozione dell'amianto è previsto per mese di ottobre.
  9. Palazzina dell’Ufficio Anagrafe (intervento finanziato con fondi sisma): dopo l’approvazione del progetto di fattibilità e l’inserimento dell’intervento nel Piano triennale dei lavori pubblici, sono state avviate le procedure per affidamento della progettazione esterna.

 

I bandi nazionali e comunitari (PNRR e Fondo Complementare Sisma): in considerazione della quasi totale mancata partecipazione ai bandi ereditata dalla passata gestione amministrativa, che si è tradotta in una significativa perdita di risorse economiche per la città, l’attuale Amministrazione sin da subito si è attivata per partecipare ai bandi attivi:

1. Bando misura B2.2 fondo complementare per un importo di € 3.500.000,00 per promuovere la valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e pubblico del:

Museo della Carta

Pinacoteca Civica

Chiesa di Sant'Agostino/Chiesa San Domenico/Oratorio Beati Becchetti

Cinema Montini

Palazzo Vescovile /sezione permanete Museo dell'Acquarello

Palazzo Chiavelli

Teatro Gentile

 

2.Bando Rigenerazione Urbana con 3 interventi previsti:

  • Riqualificazione aree Centro Storico ricadenti tra Palazzo Vescovile, Palazzo Chiavelli e Palazzo Molajoli
  • Rigenerazioni delle vie nell'area intorno la Chiesa di Sant'Agostino
  • Recupero del borgo storico di Albacina, della Torre civica e delle mure urbiche

3.Bando digitalizzazione della Biblioteca Multimediale R. Sassi

4. Bando giovani in biblioteca

5.Bando Borghi storici delle Marche

 

Gli interventi urgenti: lo stato di abbandono del decoro urbano ha imposto interventi urgenti come la manutenzione straordinaria del verde pubblico (taglio piante pericolose su aree giochi, scuole e strade) e il rifacimento della segnaletica stradale orizzontale con attraversamenti pedonali illuminati, che è attualmente in corso.

 

“Volevamo dare il segnale forte che Fabriano può fare e può ripartire, perché ha persone, idee e capacità per rimettere in moto l’azione amministrativa e riprendersi il ruolo centrale delle aree interne – conclude il Sindaco - Lo sforzo straordinario dell’Amministrazione, Assessori e personale degli uffici, con la collaborazione dei consiglieri comunali, ha reso possibile conseguire già in pochissimo tempo risultati importanti per la città e il suo sviluppo. Siamo solo all’inizio ma possiamo affermare con orgoglio che è il miglior inizio che potevamo auspicare per il nostro mandato”.

unesco fabriano 128px
Medaglia Bronzo al Valor Militare Città di Fabriano
Medaglia di Bronzo al Valore Militare
(D.P.R. 10 maggio 1976)
Back to top